Accedi con il tuo account myHealthbox

Hai dimenticato la password? oppure

VIRAFER

Foglio illustrativo

                                            VIRAFER®
                                 “soluzione orale” flacone 200 ml


   Composizione
   100 ml contengono:
   Principi attivi
   Cianocobalamina                                mcg 100
   Tiamina cloridrato                             mg 6,6
   Piridossina cloridrato                         mg 20
   Nicotinamide                                   mg 100
   Acido folico                                   mg 10
   Rame (in 12,5 mg di complesso glicinato rameico)      mg 3,3
   Ferro (in 1000 mg di complesso macromolecolare citrato ferrico sodico)          mg 330

   Eccipienti
   Saccarosio, alcool, tintura aromatica di zenzero, cannella e cardamomo, acido citrico,
   vanillina, sodio idrossido, arancio tintura, limone aroma conc., acqua depurata.

   Forma farmaceutica e contenuto delle confezioni
   “soluzione orale” flacone 200 ml.

   Categoria farmacoterapeutica
   Complessi vitaminici in associazione.

   Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio
   TEOFARMA S.r.l.
   Via F.lli Cervi, 8
   27010 Valle Salimbene (PV)

   Prodotto, confezionato e controllato da
   TEOFARMA S.r.l.
   Viale Certosa, 8/A
   27100 Pavia

   INDICAZIONI TERAPEUTICHE
   Reintegratore delle anemie di lieve entità e forme ferroprive larvate con carenza di altri
   principi attivi, vitaminici e minerali, in caso di malattie infettive, operazioni chirurgiche
   (pre e post tonsillectomia), interventi ostetrici, gravidanza, allattamento, periodi di
   intensa crescita, ritardi dello sviluppo, stati di esaurimento fisico, inappetenza,
   svogliatezza e scarsa capacità di concentrazione, specie nell’età scolare e nell’età senile.

   CONTROINDICAZIONI
   In analogia a tutti i preparati contenenti ferro, il VIRAFER non dev’essere somministrato
   in caso di emocromatosi, stati emolitici cronici, anemie sidero-acrestiche, anemie da
   piombo, talassemie, stati epatonefropatici gravi.

   OPPORTUNE PRECAUZIONI D’IMPIEGO
   In caso di diabete è necessario tenere conto che la quantità contenuta in 10 ml (1
   cucchiaio ca.) di VIRAFER corrisponde ad 1,052 g di glucosio. Alcool 12 vol.%.
   VIRAFER contiene saccarosio: in caso di accertata intolleranza agli zuccheri contattare il
   medico curante prima di assumere il medicinale.
   Per chi svolge attività sportiva, l'uso di medicinali contenenti alcool etilico può
   determinare positività ai test antidoping in rapporto ai limiti di concentrazione
   alcolemica indicata da alcune federazioni sportive.

   INTERAZIONI CON ALTRI MEDICINALI ED INTERAZIONI DI ALTRO GENERE
   La prova della benzidina per la diagnosi delle affezioni gastriche può risultare
   falsamente positiva e l’assorbimento delle tetracicline può essere inibito.


Documento reso disponibile da AIFA il 12/11/2013   1/2
   AVVERTENZE SPECIALI
   Vedere il capitolo “Opportune precauzioni d’impiego”.

   Chiusura a prova di bambino
   Per aprire: premere e contemporaneamente svitare
   Per chiudere: avvitare normalmente

   Tenere il medicinale fuori dalla portata e dalla vista dei bambini.

   DOSE, MODO E TEMPO DI SOMMINISTRAZIONE
   Bambini fino a 6 anni: 1 cucchiaino da tè 2-3 volte al dì.
   Bambini al di sopra dei 6 anni: 1 cucchiaino da tè 3-4 volte al dì.
   Ragazzi: 1 cucchiaio 2-3 volte al dì
   Adulti: 1 cucchiaio 3-4 volte al dì.
   Si consiglia di prendere il VIRAFER durante i pasti, puro o diluito in poca acqua semplice
   o zuccherata ed in qualsiasi bevanda od alimento liquido.
   L’uso di un bicchierino evita il debordare del liquido dal cucchiaio.

   Modalità d’intervento in caso di dose eccessiva
   Qualora si dovessero verificare sindromi da iperdosaggio procedere in analogia a tutti i
   preparati contenenti ferro (lavanda gastrica, ripristino della volemia, somministrazione
   di deferossamina).

   EFFETTI INDESIDERATI
   In analogia a tutti i preparati contenenti ferro, dosi eccessive possono determinare
   disturbi gastrointestinali. In corso di trattamento prolungato si può avere stipsi. Le feci
   possono assumere una colorazione scura priva di significato.
   SI INVITA IL PAZIENTE A COMUNICARE AL PROPRIO MEDICO O FARMACISTA QUALSIASI EFFETTO INDESIDERATO
   DIVERSO DA QUELLI SOPRA INDICATI.

   SCADENZA E PRECAUZIONI PER LA CONSERVAZIONE
   ATTENZIONE: Non utilizzare il medicinale dopo la data di scadenza indicata sulla
   confezione.
   Conservare a temperatura non superiore a 25°C

   ULTIMO AGGIORNAMENTO: Giugno 2010




Documento reso disponibile da AIFA il 12/11/2013   2/2
comments powered by Disqus

Avvisi


Non ci sono avvisi di sicurezza recenti relativi a questo prodotto.