ACIDO ACETILSALICILICO ANGENERICO

Informazioni principali

  • Nome commerciale:
  • ACIDO ACETILSALIC 20CPR 500MG
  • Commercializzato da:
  • ANGENERICO SpA
  • Forma farmaceutica:
  • COMPRESSE
  • Composizione:
  • "500 MG COMPRESSE" 20 COMPRESSE
    • Classe:
    • C
    • Tipo di ricetta:
    • Senza obbligo di ricetta
    • Tipo di medicina:
    • Uso umano

Localizzazione

  • Disponibile in:
  • Italia
  • Lingua:
  • italiano

Informazioni terapeutiche

Status

  • Fonte:
  • AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco - Italia
  • Numero dell'autorizzazione:
  • 030009017

Documenti

Non ci sono avvisi di sicurezza relativi a questo prodotto.

31-7-2015

Stabilità di formulazioni contenenti acido ialuronico

L’obiettivo di questo lavoro è stato quello di studiare la stabilità a lungo termine di quattro emulsioni (creme e unguenti), sviluppati per veicolare l’acido ialuronico (HA) nella cute. La stabilità delle formulazioni ottenute...

Italia - Kosmetica News

25-7-2015

Ictus minore o TIA, ridotto rischio precoce di recidiva con clopidogrel+ASA si conferma a 1 anno [Neuro]

In pazienti colpiti da ictus minore o attacco ischemico transitorio (TIA) ad alto rischio il beneficio derivante da un trattamento precoce combinato con clopidogrel e acido acetilsalicilico (ASA) in termini di riduzione del rischio di ictus successivo a 90 giorni, già dimostrato nel trial CHANCE, si conferma al follow-up a 1 anno dello stesso studio, come riportato su Circulation.

Italia - PharmaStar

25-7-2015

Epilessia post-ictale a insorgenza tardiva, meno rischi di recidive con acido valproico e nuovi AED [Neuro]

I pazienti affetti da epilessia post-ictale a insorgenza tardiva che fanno uso di acido valproico (VPA) e di nuovi farmaci antiepilettici (AED) hanno un migliore controllo delle crisi rispetto a quelli che utilizzano fenitoina (PHT), come evidenzia il minore rischio di visite al pronto soccorso (ER) o di ospedalizzazioni. È quanto dimostra un vasto studio di popolazione su scala nazionale condotto a Taiwan i cui risultati sono stati pubblicati online sullo European Journal of Neurology.

Italia - PharmaStar

13-7-2015

Osteoporosi, uricemia potrebbe essere fattore protettivo del metabolismo osseo [Orto-Reuma]

L'iperuricemia rappresenta un fattore di rischio per le sindromi metaboliche, le malattie renali e quelle cardiovascolari (1). Inoltre, stando ad alcuni studi, l'acido urico gioca un ruolo importante nello stress ossidativo (2) e quest'ultimo rappresenta un importante fattore nella patogenesi della perdita di massa ossea che si associa ad osteoporosi (OP) (3).

Italia - PharmaStar

6-7-2015

Acido ialuronico, P&R compra il 20% della svizzera TRB Group

Con l’acquisizione di una quota di TRB, il gruppo italiano prosegue la politica di internazionalizzazione L'articolo Acido ialuronico, P&R compra il 20% della svizzera TRB Group sembra essere il primo su HPS Health Publishing and Services.

Italia - AboutPharma

4-7-2015

Mieloma multiplo, acido zoledronico ritarda la progressione dei sintomi [OncoEmato]

L'acido zoledronico non ha avuto alcun effetto antitumorale rispetto al non trattamento nei pazienti con mieloma multiplo e recidiva biochimica asintomatica, ma ha ritardato la progressione dei sintomi e la malattia ossea nello studio AZABACHE, pubblicato di recente sulla rivista Haematologica.

Italia - PharmaStar

2-7-2015

Acido obeticolico, verso l'approvazione Europea e Americana per la cirrosi biliare primitiva [Gastro]

L'azienda biofarmaceutica, Intercept Pharmaceuticals, focalizzata allo sviluppo e commercializzazione di nuove terapie per il trattamento delle malattie croniche del fegato, ha annunciato oggi il raggiungimento di due importanti traguardi normativi per l'acido obeticolico (OCA) nella cirrosi biliare primitiva (PBC): presentazione di una New Drug Application (NDA) per l'approvazione accelerata da parte dell'FDA e l'accettazione del Marketing Authorization Application (MAA) da parte dell'Agenzia europea p...

Italia - PharmaStar

22-6-2015

Tripla terapia dopo sindrome coronarica acuta: nuova bocciatura. Ancora promossa invece la DAPT [Cardio]

Nei pazienti con sindrome coronarica acuta, l'aggiunta di anticoagulanti orali diretti (DOAC) o antagonisti dei recettori attivati da proteasi -1 (PAR-1) alla terapia antipiastrinica (acido acetilsalicilico [ASA] e clopidogrel) porta a una modesta ma significativa riduzione di ictus e di un outcome composito di efficacia (decesso/infarto del miocardio/ictus) ma al costo di un consistente aumento di ictus emorragici ed eventi emorragici maggiori.

Italia - PharmaStar

14-6-2015

Gotta, con lesinurad nuovo bersaglio terapeutico e nuove possibilità di cura [Orto-Reuma]

Per oltre 30 anni, la terapia della gotta si è basata unicamente sull'impiego dell'allupurinolo, un farmaco che inibisce la xantino-ossidasi, l'enzima che catalizza la trasformazione dell'ipoxantina in xantina e di quest'ultima in acido urico.

Italia - PharmaStar

6-6-2015

Post-infarto, alla dimissione dopo PCI meglio una terapia di mantenimento con ASA a basse dosi [Cardio]

Tra I pazienti con infarto del miocardio acuto (IMA) trattati con intervento coronarico percutaneo (PCI), un'elevata dose di mantenimento di acido acetilsalicilico (ASA) è risultata associata a tassi simili di eventi avversi cardiovascolari maggiori (MACE) ma con un maggiore rischio di sanguinamenti minori rispetto a quelli dei pazienti dimessi con basse dosi di ASA. Questa la conclusione di uno studio pubblicato online su Circulation.

Italia - PharmaStar

4-6-2015

Malattia di Niemann-Pick B, olipudase alfa riceve dall'Fda la Breakthrough Therapy Designation [Fda]

Importante riconoscimento per la terapia enzimatica sostitutiva a base di olipudase alfa cui l'Fda ha concesso lo status di breakthrough designation per la cura delle manifestazioni non neurologiche della malattia di Niemann-Pick B (nota anche come Carenza di Acido Sfingomielinasi o ASMD). Il farmaco è sviluppato da Genzyme che ha avviato l'arruolamento di uno studio pediatrico di fase 1/2 e si sta preparando per uno studio su una popolazione adulta di fase 2/3 che prenderà il via nella seconda metà ...

Italia - PharmaStar

25-5-2015

Dopo la TAVI minore rischio di sanguinamento e ictus ricorrendo al solo ASA rispetto alla DAPT [Neuro]

Non si osservano differenze riguardo a eventi avversi netti clinici e cerebrali (NACE) a 1 mese impiegando un regime anticoagulante basato sul solo acido acetilsalicilico (ASA) o sulla duplice terapia antiaggregante (DAPT, ossia ASA + clopidogrel) in seguito a impianto transcatetere di valvola aortica (TAVI).

Italia - PharmaStar

21-5-2015

Cirrosi biliare primaria, conferme sull'efficacia e la sicurezza dell'acido obeticolico [Gastro]

I pazienti con cirrosi biliare primaria trattati con acido obeticolico mostrato miglioramenti della fosfatasi alcalina plasmatica, secondo i risultati presentati al Digestive Disease Week (DDW) 2015.

Italia - PharmaStar

20-4-2015

Inibitori della pompa protonica, sono responsabili di insufficienza renale? [Gastro]

I pazienti più anziani che assumono inibitori della pompa protonica, farmaci abbastanza comuni per il bruciore di stomaco e il reflusso acido, sono due volte più a rischio di essere ricoverati in ospedale con insufficienza renale rispetto a loro coetanei non sottoposti a tale trattamento.

Italia - PharmaStar

8-4-2015

Dolore nell'osteoartrosi femoro-tibiale, bene sia l'acido ialuronico lineare che il cross linkato [Dolore]

Una singola iniezione intra-articolare di acido ialuronico lineare è non inferiore al cross linkato per il trattamento di pazienti con osteoartrosi dolorosa femoro-tibiale. Questo risultato deriva da uno studio presentato al World Congress on Osteoporosis, Osteoarthritis and Musculoskeletal Diseases (WCO) che si è svolto a Milano dal 26 al 29 marzo scorso.

Italia - PharmaStar

28-3-2015

Ictus ischemico acuto e iperglicemia, outcome eccellenti aggiungendo acido urico all'alteplase [Neuro]

Nei pazienti che presentano iperglicemia durante un ictus ischemico acuto (AIS) l'aggiunta di acido urico alla terapia trombolitica si associa a una ridotto sviluppo dell'infarto cerebrale e a un outcome migliore. È quanto si evince da una nuova analisi per sottogruppi del trial URICO-ICTUS, i cui risultati sono stati pubblicati online sugli Annals of Neurology.

Italia - PharmaStar

27-3-2015

Comunicazione EMA sui medicinali a base di bifosfonati (27/03/2015)

L’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) ha completato una revisione periodica di Aclasta (acido zoledronico), uno dei medicinali a base di bifosfonati con un rischio noto di osteonecrosi della mandibola/mascella.

Italia - AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco

25-3-2015

Acido zoledronico ritarda eventi scheletrici da metastasi ossee. Dati presentati all'EAU [OncoEmato]

La combinazione della deprivazione androgenica (ADT) con una terapia a base di acido zoledronico per il massimo blocco androgenico fornisce un prolungamento significativo del tempo alla comparsa del primo scheletrico-correlato (SRE) in pazienti con cancro alla prostata ormonale naïve al trattamento che presentavano metastasi ossee. Tuttavia, la sopravvivenza globale non è stata significativamente migliorata. E' quanto emerge da uno studio giapponese presentato a Madrid al congresso annuale della Euro...

Italia - PharmaStar

21-3-2015

Donne con epilessia, dubbi su sicurezza della supplementazione preconcezionale di acido folico [Neuro]

Si ritiene che la supplementazione preconcezionale di acido folico nelle donne con epilessia possa prevenire il difetto del tubo neurale e ridurre il rischio di malformazioni congenite nel neonato, tanto che si raccomanda a tutte quelle in età fertile di assumere acido folico quotidianamente prima del concepimento e durante la gestazione.

Italia - PharmaStar

17-3-2015

Cirrosi biliare primaria, buoni risultati dall'acido obeticolico [Gastro]

L'acido obeticolico diminuisce efficacemente i livelli di alanina aminotransferasi, gamma-glutamil transpeptidasi e fosfatasi alcalina rispetto al placebo, in pazienti con cirrosi biliare primaria che hanno fallito la terapia precedente con acido ursodesossicolico.

Italia - PharmaStar

16-3-2015

Ischemia acuta dell'arto e rivascolarizzazione periferica, tassi calati con cure standard e in più vorapaxar [Cardio]

In due specifici sottogruppi di pazienti affetti da malattia arteriosa periferica (PAD) - in particolare soggetti a rischio di ischemia acuta dell'arto inferiore (ALI) o di necessità di rivascolarizzazione periferica - l'aggiunta di vorapaxar al trattamento standard (costituito da acido acetilsalicilico [ASA] e/o clopidogrel) ha mostrato in entrambi i casi una significativa riduzione del rischio. Sono i risultati di due analisi post hoc del trial TRA 2°P TIMI 50 appena presentati alle sessioni scienti...

Italia - PharmaStar

15-3-2015

DAPT a 3 anni con ticagrelor: si riduce il rischio cardiocerebrovascolare ma aumenta quello emorragico [Cardio]

In pazienti che hanno subito un infarto del miocardio da più di un anno (da 1 a 3 anni prima) in terapia di fondo con acido acetilsalicilico (ASA) a basse dosi, l'aggiunta di un trattamento con ticagrelor ha significativamente ridotto il rischio di morte cardiovascolare, infarto miocardico e ictus, con un aumento però del rischio di sanguinamento maggiore, non associato peraltro a un incremento di emorragie intracraniche.

Italia - PharmaStar

14-3-2015

Assumere l'ASA al momento di coricarsi invece che al risveglio ottimizza la prevenzione CVD [Cardio]

L'assunzione di basse dosi di acido acetilsalicilico (ASA) al momento di coricarsi confrontata con l'assunzione effettuata al risveglio non determina una riduzione della pressione arteriosa nei pazienti con CVD, in compenso determina una minore reattività piastrinica mattutina.

Italia - PharmaStar

24-2-2015

Colite ulcerosa, budesonide MMX efficace e sicura in caso di non completo controllo con 5-ASA [Gastro]

La budesonide MMX è ben tollerata e più efficace del placebo per l'induzione della remissione clinica ed endoscopica nei pazienti con colite ulcerosa (UC) lieve-moderata che non sono adeguatamente controllati con acido 5-amminosalicilico (5-ASA). Questo è quanto presentato al 10 ° Congresso dell'European Crohn's and Colitis Organisation, Inflammatory Bowel Diseases (ECCO-IBD).

Italia - PharmaStar

22-2-2015

Nitisinone efficace e sicuro nei pazienti con alcaptonuria [Orto-Reuma]

Nei pazienti affetti da alcaptonuria, una grave malattia genetica caratterizzata dall'insorgenza di una spondiloartropatia precoce, nitisinone diminuisce i livelli di acido omogentisico (HGA) in modo efficace e sicuro. A suggerirlo sono i risultati dello studio SONIA 1, pubblicato di recente su Annals of the Rheumatic Diseases.

Italia - PharmaStar

21-2-2015

Dopo stenting coronarico meno emorragie con combinazioni di due antitrombotici anziché tre [Cardio]

Pubblicata online sull'American Journal of Cardiology, una meta-analisi italiana -volta a indagare la terapia antiaggregante ottimale in pazienti sottoposti a intervento coronarico percutaneo (PCI) -ricercatori dell'Università di Torino hanno evidenziato che - poste a confronto con la terapia tripla (TT) - sia la combinazione acido acetilsalicilico (ASA)/clopidogrel sia quella clopidogrel/anticoagulante orale (OAC) riducono il sanguinamento.

Italia - PharmaStar

20-2-2015

TUDCA, un acido biliare promettente nel trattamento della SLA da dati clinici preliminari italiani [Neuro]

L'acido tauroursodeossicolico (TUDCA) è sicuro e può essere efficace nel trattamento della sclerosi laterale amiotrofica (SLA). Lo dimostrano i dati clinici preliminari di uno studio pilota pubblicato online sull'European Journal of Neurology.

Italia - PharmaStar

22-1-2015

Gotta, l'Ema accetta di esaminare la domanda di registrazione per lenisurad [Orto-Reuma]

AstraZeneca ha reso noto che la European Medicines Agency ha accettato di esaminare la domanda di registrazione (Marketing Authorisation Application, MAA) per il nuovo anti gotta lesinurad. Conosciuto anche come RDEA594, lesinurad è un inibitore selettivo di URAT1, una proteina che si trova a livello delle cellule tubulari prossimali del rene e che regola l'escrezione di acido urico dal corpo.

Italia - PharmaStar

22-1-2015

Gotta, l'Ema accetta di esaminare la domanda di registrazione per lenisurad [Ema]

AstraZeneca ha reso noto che la European Medicines Agency ha accettato di esaminare la domanda di registrazione (Marketing Authorisation Application, MAA) per il nuovo anti gotta lesinurad. Conosciuto anche come RDEA594, lesinurad è un inibitore selettivo di URAT1, una proteina che si trova a livello delle cellule tubulari prossimali del rene e che regola l'escrezione di acido urico dal corpo.

Italia - PharmaStar

18-1-2015

Prevenzione primaria CV. ASA prescritto inappropriatamente nel 10% dei casi [Cardio]

Più di 1 paziente su 10 è trattato in modo inappropriato con acido acetilsalicilico (ASA) per la prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari. È la tesi sostenuta in uno studio appena pubblicato sul Journal of American College of Cardiology, nel quale sono esaminate le variabilità nella pratica clinica del ricorso a una terapia con ASA.

Italia - PharmaStar

18-1-2015

Gotta, lesinurad più allopurinolo raddoppia la risposta clinica [Orto-Reuma]

A Boston, al congresso annuale dell'American College of Rheumatology (ACR), sono stati presentati i risultati top-line di due studi clinici pivotal di fase III che indagano le potenzialità della combinazione tra lesinurad, e l'allopurinolo, una molecola capace di inibire la xantina ossidasi (XO). Sviluppato da AstraZeneca, lesinurad è un inibitore selettivo per il riassorbimento dell'acido urico (SURI),

Italia - PharmaStar

17-1-2015

Doppia terapia antipiastrinica, maggiore rischio di ictus rispetto al monotrattamento con ASA [Neuro]

Il tasso assoluto di ematoma subdurale in corso di doppia terapia antiaggregante (DAPT) è basso, con una media di 1,1 per 1.000 anni-paziente. In ogni caso, il trattamento cronico con clopidogrel associato ad acido acetilsalicilico (ASA) aumenta significativamente il rischio di ematoma subdurale rispetto alla somministrazione del solo ASA. È quanto emerge da una meta-analisi pubblicata on line sull'International Journal of Stroke.

Italia - PharmaStar

1-1-2015

Ca testa-collo, possibile aumento della sopravvivenza con alcuni antiacidi [OncoEmato]

Due tipi di farmaci antiacidi comunemente utilizzati per ridurre il reflusso acido dai pazienti colpiti da un carcinoma a cellule squamose del distretto testa-collo potrebbero anche fornire un beneficio di sopravvivenza. A suggerirlo secondo i risultati di uno studio appena pubblicato sulla rivista Cancer Prevention and Research.

Italia - PharmaStar

12-12-2014

Gonartrosi, efficaci contro il dolore le iniezioni di plasma arricchito di piastrine [Orto-Reuma]

Stando ai risultati di una nuova revisione sistematica e una metanalisi pubblicata sul British Journal of Sports Medicine, le iniezioni di plasma arricchito di piastrine (PRP) sono efficaci per alleviare il dolore nei pazienti con osteoartrosi del ginocchio, più del placebo e anche dell'acido ialuronico.

Italia - PharmaStar

4-12-2014

Nota Informativa Importante sui farmaci contenenti valproato (05/12/2014)

L'Agenzia Italiana del Farmaco rende disponibili nuove e importanti informazioni riguardanti il rischio di esiti avversi della gravidanza correlato ai farmaci contenenti valproato (sodio valproato, magnesio valproato, acido valproico, semisodio valproato e valpromide), a seguito del completamento di una revisione a livello europeo.

Italia - AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco

3-12-2014

Supplementazione di vit. B12 e acido folico: dopo 2 anni nessun effetto sul declino cognitivo [Neuro]

Due anni di supplementazione di acido folico e vitamina B12 non hanno determinato un influsso benefico sulle prestazioni in 4 domini cognitivi in soggetti anziani con livelli elevati di omocisteina (Hcy). Questo tipo di supplementazione potrebbe leggermente rallentare il tasso di declino cognitivo globale, ma la piccola differenza riportata può essere attribuibile al caso. È la conclusione di uno studio - pubblicato su Neurology - che fornisce la prova di classe I di come la supplementazione per 2 ann...

Italia - PharmaStar

2-12-2014

Diabete, dapagliflozin abbassa la pressione indipendentemente dall'antipertensivo associato [Diabete]

L'inibitore del cotrasportatore del sodio glucosio di tipo 2 (SGLT2) dapagliflozin ha ridotto l'emoglobina glicata (HbA1c), la pressione arteriosa e l'acido urico nei pazienti con diabete di tipo 2 non adeguatamente controllato e ipertensione, a prescindere dalla classe di farmaci antipertensivi che i pazienti stavano assumendo. Il dato emerge da un'analisi appena presentata al congresso dell'American Heart Association (AHA), a Chicago.

Italia - PharmaStar

dallo stesso produttore